Visita del CRA Lazio

13 Novembre 2011


Venerdì 12 novembre 2011, la sezione di Frosinone ha ospitato il Presidente del Comitato Regionale Arbitri Lazio Nazzareno Ceccarelli e tutta la sua commissione in occasione della consueta visita annuale.
Presenti alla riunione c’erano infatti anche Sergio Coppetelli (Vice Presidente), Luigi Galliano (Responsabile Assistenti Arbitrali), Antonio Di Blasio e Fabrizio Lena (Responsabili Prima categoria), Michele Aragona (Responsabile calcio a 5), Sandro Capri (Responsabile Osservatori), Domenico Trombetta (Coordinatore OTP/OTS).
Il presidente di Sezione, Fabrizio D’Agostini, nel presentare gli ospiti, ha sottolineato il grande lavoro che questa commissione sta svolgendo. La strada intrapresa è stata quella della trasparenza e della meritocrazia, una strada lunga fatta di ostacoli che con il duro lavoro si stanno superando. Fabrizio D’Agostini ha ricordato che grazie a questa commissione la regione Lazio è una delle pochissime in Italia ad inviare per e-mail il referto dell’osservatore a tutta la terna. Questo è un forte segnale di trasparenza e voglia di crescere. Crescita individuale e crescita di gruppo!
Dopo aver fatto gli onori di casa, Fabrizio ha lasciato la parola a Sergio Coppetelli che ha fatto il punto della stagione nel campionato di Promozione con una breve analisi della situazione tecnica degli arbitri di sua competenza.
E’ stato poi il momento di Nazzareno Ceccarelli che con grande entusiasmo e carisma ha calamitato l’attenzione su di sé. Si è soffermato sul ruolo di rilievo che oggi la regione Lazio ricopre a livello nazionale. Tutto ciò è reso possibile dalle ottime prestazioni dei nostri colleghi, dalla loro professionalità e dedizione.
Il presidente ha voluto sottolineare il grande lavoro anche degli osservatori che passano da campi di eccellenza, dove analizzano prestazioni di arbitri con esperienza, a campi di prima categoria per diventare veri e propri talent scout di arbitri che saranno il futuro della nostra regione.
La forza di questa regione è proprio questa: far sentire tutti parte di un grosso progetto, mantenere sempre alta la concentrazione indipendentemente dalle delle gare che si è chiamati a dirigere.
Dopo aver esaminato alcuni episodi, Nazzareno, si è soffermato sull’aspetto psicologico degli arbitri chiedendo più intelligenza, scaltrezza e elasticità nell’analizzare gli episodi chiave di una partita.
Non dobbiamo fornire alibi, la figura arbitrale è la prima ad essere additata dopo una sconfitta. Bisogna conoscere il regolamento alla perfezione per non trovarci mai impreparati. La terna non deve distrarsi, deve essere attenta agli atti di violenza, alle bestemmie, al comportamento dei calciatori sul terreno di gioco e dei dirigenti seduti in panchina.
Infine il presidente ha elogiato i fischietti della sezione di Frosinone, sottolineando le bellissime prestazioni di uno dei nostri associati facendogli i complimenti. Al momento non ci sono società che si lamentano del nostro operato e questo deve inorgoglirci. Abbiamo un corpo di arbitri e assistenti di livello ma questo non deve deconcentrarci ma spingerci a dare sempre di più.
Quello che ha colpito di più è l’attenzione dei presenti, con la riunione che è andata ben al di là dei tempi programmati ma con tutti i presenti seduti ed attenti ad ascoltare le parole coinvolgenti del Presidente. Parole piene di energia, passione, entusiasmo e amore che siamo sicuri abbiano colto nel segno di ognuno degli associati presenti.
La serata non poteva che concludersi con una cena che ha dato modo di condividere, ancora per qualche ora, esperienze ed emozioni che questo sport ci regala quotidianamente.
aa Simone Assante

Lascia un commento

Devi eseguire il login per inserire un commento.


Sito Web realizzato da Simone Assante per la Sezione di Frosinone
visita-del-cra-lazio